giovedì 21 giugno 2007

Affrontare i propri demoni...

In tutta la mia "vita artistica" c'è una cosa di cui mi ha sempre pesato la mia totale incapacità: la pittura tradizionale.
Ecco, io i pennelli non li so proprio tenere in mano.

Così ho deciso di sfidare il mio demone, ed iniziare a prendere lezioni di pittura ad olio. Ebbene sì, inizio domani!
Devo comprare una quintalata di materiale, ma sono piuttosto emozionata.
Il pittore che mi darà lezioni è bravissimo, sono certa che imparare le tecniche tradizionali mi aiuterà moltissimo anche nel digitale...
E poi è un buco nella mia preparazione che sento assolutamente il bisogno di colmare.

Inizialmente l'idea era iscrivermi ad un corso "quasi universitario" da ottobre, ma sarebbero state due sere a settimana per tre anni... troppo impegnativo! e quando disegno per conto mio? Poi le "lezioni di gruppo" non mi ispirano molto... così quando mi è capitato di reincontrare per caso il pittore da cui volevo prendere lezioni a 14 anni, ho colto al volo l'occasione e adesso inizierò le mie lezioni private. W le sincronicità! ;)

7 commenti:

Lothkaran ha detto...

WoW nn sapevo k alla fine avessi deciso d inziare ql corso li.. m pare d avertene sentito parlare 1 po' d tempo fa... ma nn c avevo prestato mlt attenzione! XD buona fortunaa! m dirai cm è andata ne? tv1kdbfxfxfxfx

Francesca ha detto...

^^" eh, speriamo bene!
lui è bravissimo... magari imparo qualcosa anche solo per osmosi! :P
...
... sarà un disastro!!! -____-

selene ha detto...

Brava, così diventerai un'artista ancora più completa! Che invidia, io non so disegnare né con i pennelli, né in digitale!! :(
Baci

Francesca ha detto...

ci vorrà parecchio... per ora siamo ai quadratini colorati... XD!
d'altra parte, è così che si inizia...
aaaah... sarà durissima!

stravaganza ha detto...

Ciao Francesca, ti rispondo alla domanda su Earthsea. La stessa risposta è sul mio blog , ti faccio un copia e incolla. Scusa per la lunghezza:
Il testo che ho io è quello più vecchio che comprende i primi tre libri di Earthsea, mentre è appena uscita una nuova edizione (ma con gli identici traduttori e editori) che li comprende tutti e cinque. Al momento ho finito il primo dei "tre libri" e devo dire che la storia ha dei buoni spunti , ma tende un pò a perdersi nelle descrizioni. A volte cioè il ritmo tende ad essere lento e poco coinvolgente. Ribadisco comunque che la narrazione è buona. Adesso devo vedere cosa mi riservano il secondo e il terzo libro per capire bene se mi piace oppure no. Nel caso dovessi concludere che l'opera è valida penso che acquisterò il volumone con gli ultimi due libri. Ciau! :)

stravaganza ha detto...

Come è andata la lezione di pittura?
Sono sicura bene. L'idea di "andare a bottega" come ai tempi di Raffaello è molto affascinante. Ciau :))

Francesca ha detto...

sìsì, la prima impressione è stata assolutamente positiva... è l'ambiente ha un grande fascino, in effetti!! Lui è un pittore che vive facendo il pittore (non credevo fosse ancora possibile!) e il suo studio è da favola: una soffitta con le travi a vista, pavimento in legno, dipinti ovunque e l'odore dei colori... !