giovedì 29 novembre 2007

Oya

Ups, scusate un periodo di inspiegata mutaggine...
inspiegata e inspiegabile, come il tempo che non mi sembra mai di avere pur non andando avanti granchè con nulla!
uhm, misteri delle sempre meno numerose ore di sole, che mi fanno sembrare che la giornata sia finita alle sei e mi fanno sentire in perenne ritardo...

Comunque non è che non abbia fatto nulla... anzi, ho due o tre cosine veloci in giro che vi mostrerò, prima o poi... e mentre lavoro anche su un altro disegno, sono riuscita anche a tirare fuori una partecipazione al pbevent di questo mese! yatta!

Per chi non lo conoscesse (a chi non ne ho ancora parlato, lol??), PixelBrush.net è un bellissimo forum sul digital painting, pieno di artisti eccezionali e persone squisite, un posto davvero stimolante...!
Ogni mese organizza un "event", una gara a tema... avevo già partecipato a quella a squadre, ad Agosto, e avevo iniziato la mia "entry" un altro paio di volte, ma questa è la prima volta che arrivo alle votazioni da sola :)

Il tema di questo mese era "gli opposti"... io ho scelto di giocare con un contrasto visivo: delle "campiture piatte" e delle "zone tridimensionali".
Il contrasto tra un disegno realistico e delle zone a colore piatto mi è sempre piaciuto... avevo già un lavoro mai finito sul tema.
Un'altra cosa che mi ero ripromessa di fare da tempo era il disegno di una donna di colore vestita di rosso, perchè mi piace molto il rosso sulla pelle scura...
Inoltre, in questo periodo ho deciso di fare parecchio esercizio sulla figura umana...
tutte queste cose, hanno portato ad un'idea abbastanza chiara del disegno che avrei presentato.
Oya-01

Per decidere come fare lo sfondo, ha avuto una forte influenza il libro di Jim Fitzpatrick che ho comprato durante il mio viaggio in Irlanda... non è un artista che adoro a 360 gradi, ma alcuni suoi lavori, come questo, mi piacciono veramente molto! Ok, non è che abbia imitato molto del suo stile, ma la divisione a zone con pattern differenti viene sicuramente da lì...
Qui comincio quindi con i colori di base e qualche zona dello sfondo...
Oya-01

Inizio a definire le forme del corpo... per un primo abbozzo mi trovo bene con dei colori ad olio (sempre digitali, eh!) molto improvvisati... le pennellate non molto precise a volte mi stupiscono e mi suggeriscono delle forme che decido di seguire! :P
Oya-03

In questo quarto passaggio, il lavoro è praticamente ultimato: completo lo sfondo e definisco meglio il corpo, suggerendo anche dei riflessi rossi (del vestito sul corpo) qua e là.
Oya-04

In ultimo rafforzo le luci, lavoro ancora un po' sul piede (che comunque mi ha fatto dannare e ad un certo punto ho abbandonato) e sul volto...
ed ecco qua:
Oya Orisha Dea africana African Goddess

Diverse persone mi hanno detto che si sarebbero aspettati che dipingessi anche i vestiti come il corpo... non so, avevo deciso fin dall'inizio di rendere piatti i vestiti quindi è una cosa che non avevo proprio preso in considerazione.
In qualche modo, mi sembrava che lo sfondo "non fosse sufficiente" per il contrasto... con il senno di poi potrei dire che sentivo il bisogno di "un contatto" tra questi due mondi, mentre un disegno completamente "tridimensionale" su fondo piatto avrebbe dato più un effetto da "figurina appiccicata".
In realtà non lo so...
Però forse proverò una versione anche con il vestito "sfumato" così potrò dire con più certezza quale preferisco... d'altra parte il bello del digitale è proprio la possibilità di sperimentare senza rischi!! :D

Ah, questo è il thread di pixelbrush in cui è stato sviluppato il disegno, se vi va di sbirciare! :D

martedì 6 novembre 2007

Ritorno da Lucca

Quello di questo weekend era un appuntamento imperdibile: il Lucca Comics!
Ci sono stata anche l'anno scorso, dopo parecchi anni dalla volta precedente... ormai penso che diventerà un mio must di ogni anno!

Purtroppo non mi sono organizzata bene... ho scoperto solo dopo che un sacco di miei "amici della rete" che mi avrebbe fatto piacere incontrare erano presenti, la prossima volta vedrò di informarmi prima!

Ero partita con la ferma idea di conquistare gli autografi di Fuyumi Soryo, di Licia Troisi e Paolo Barbieri... di questi, nonostante i miei tentativi, non ne ho ottenuto neanche uno, ovviamente... XD... non vi dico le corse nel tentare di seguire le incomprensibili indicazioni degli speakers o i "molto indicativi" orari segnati sul programma... ma va beh, nelle mie corse in lungo e in largo sono incappata in degli ospiti di cui non sapevo: gli incontri inaspettati sono sempre i migliori!

Primo fra tutti, Brian Froud, forse il più noto disegnatore di fate e creature fantastiche! Ho acquistato il suo più recente artbook, World of Faeries (autografato, of course) e scattato una foto con lui... non sembra forse lui stesso un folletto o qualcosa del genere???

Questa è un'anteprima del libro:


Ho incontrato un altro grandissimo illustratore: Ciruelo, che mi ha incantato con i suoi splendidi draghi!

Inoltre era presente il character concept artist Iain McCaig (il sito internet è ancora in costruzione ??? maccome!), che ci ha fatto assistere in diretta alla nascita di un mostro... che manico!! da paura...:

Inoltre, una donna che ha plasmato la mia adolescenza... Margaret Weis, autrice e co-autrice di buona parte dei libri di DragonLance (tutti i principali, insomma) e della serie di DeathGate!!! Ero molto emozionata... sono riuscita a sbiascicare uno stentatissimo "I... love... your books!"... *blushes*
Eccomi con lei e il mio bel libro autografato (yuhuu, la nuova serie si colloca tra le cronache e le leggende... evviva i vecchi personaggi!!!):

... e un sacco di altre persone e fantastici artisti... la dolcissima "mangaka quasi-italiana" Keiko Ichiguchi, il fumettista Luca Enoch, le mie amiche e fumettiste Francesca e Alice del Centro Andrea Pazienza di Cremona!

Insomma, è stata una esperienza bellissima (anche se terribilmente stancante... la mia faccia nelle foto ne è la prova!!)... assolutamente da rifare ...tra un po'!!
Ho fatto anche un bel po' di acquisti... tra quelli più "artistici", qualche "pantone giapponese" (i copik, mi pare si chiamino... ho preso dei grigi caldi per provare i toni sui miei schizzi!) e "Modelli di riferimento per artisti fantasy", un libro di foto di personaggi in varie pose e costumi... molto buffo, ma forse anche utile!

Vi lascio al resto delle foto: